jump to navigation

Super-Fiorentina e Liverpool ko! 30 settembre 2009

Posted by franz994 in Squadre.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
2 comments

Stevan-Jovetic_1491835cUna super-Fiorentina, determinata al massimo e mai così perfetta da inizio stagione, batte un Liverpool assente,  imbambolato, davanti a quelle prodezze di quel Jo-Jo, capace di metterli ko. Il Jo-Jo in questione, non è quel giocattolo con una piccola corda che va su e giù, ma stiamo parlando di un ragazzo montenegrino 19enne, di nome Jovetic, che è stato capace di trascinare la propria squadra ad un successo inaspettato facendo passi da gigante dall’anno scorso, visto che la maggior parte di giocatori di scommesse, ed anche di molti esperti,  non avrebbero mai puntato sulla vittoria della squadra viola. La partita è stata quasi sempre in mano ai viola, che conquistano la vittoria al primo tempo con la doppietta di Jovetic che segna al 37′ e chiude i conti al 45′.

LA PARTITA: 

Questa volta, nonostante il parziale fosse ‘solo’ di 2-0, a Benitez sarebbe servito un miracolo ancor più grande di quello targato Istanbul 2005 per vincere la partita. Al rientro dagli spogliatoi per l’inizio del secondo tempo, infatti, sono usciti 22 giocatori ma nella prima frazione di gioco se ne erano visti solo 11. Quelli con la maglia della Fiorentina addosso.

Al fischio iniziale dell’arbitro Brych, infatti, si è immediatamente scatenato l’uragano viola, capace di travolgere la morbida resistenza dei Reds. Con Zanetti padrone del centrocampo, Marchionni e Vargas in buona serata sulle fasce, Mutu abile a non dare punti di riferimento ai marcatori puri Skrtel e Carragher, e con Jovetic a recitare il ruolo del fuoriclasse puro, per la Fiorentina è stato più facile del previsto sbloccare il risultato al minuto 28 con Jo-Jo. E siccome contro il Liverpool sarebbe stato letale sedersi sul vantaggio acquisito, la truppa di Prandelli ha continuato ad azzannare la preda sofferente senza lasciarle il tempo di rimettersi in piedi. Indemoniati fino al raddoppio dello stesso Jovetic al 37′, Mutu e compagni hanno continuato a premere fino al termine del primo tempo quando il ‘gong’ di Brych ha salvato Gerrard e compagni dal ko tecnico.

Al rientro dagli spogliatoi, la cura Benitez si è immediatamente avvertita, ma né Benayoun Kuyt hanno impensierito l’impassibile Frey. Cresciuto nel possesso palla (già superiore nel primo tempo), il Liverpool non è comunque mai riuscito a sfondare. Il primo cambio, arrivato al 71′ (Babel per Insua) è risultato tardivo e la girandola di sostituzioni finale ha impedito a Gerrard e Torres di riaprire un match chiuso con largo anticipo da Jovetic. Un bambino in grado di fare la voce grossa tra i giganti. Un bambino in grado di recitare il ruolo del protagonista all’interno del film “Una partita perfetta”. 

 

“LA PARTITA” fonte: SportMediaset

Annunci

FIORENTINA; Prandelli: “A Lisbona senza paura” 17 agosto 2009

Posted by franz994 in Fiorentina, Squadre.
Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,
1 comment so far

Prandelli324Cesare Prandelli, nella conferenza stampa tenutasi oggi a Lisbona, carica la squadra in vista del debutto nei preliminari di Champions dichiarando:”In campo senza paura“. Il tecnico viola non intende sottovalutare lo Sporting Lisbona e dice: “E’ una squadra non inferiore alla Fiorentina, ha sempre fatto la Champions, merita rispetto. Gioca sul possesso palla e sulle verticalizzazioni, è interessante in mezzo e davanti”. Ma Prandelli ha grande fiducia nella rosa a sua disposizione: ‘Abbiamo un gruppo che lavora insieme da tempo e chi arriva si integra benissimo. Qui conta lo spirito. Non c’e’ un leader, la differenza la fa il gruppo solido. Il modulo? Il 4-2-3-1 e’ quello che ci da’ piu’ equilibrio’. Vigilia particolare anche per Dario Dainelli: ”Le voci di mercato durante la preparazione danno un po’ fastidio, ma giocare gare cosi’ fanno pensare ad altro”. ”Ho voglia di giocare gare cosi’, le motivazioni si trovano sempre. Io sono da tanti anni qui e ho un rapporto eccezionale con tutti i ragazzi. Dentro lo spogliatoio ci sto benissimo. Gilardino dice che bisogna fidarsi di questa Fiorentina? Ha ragione”.